Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER L’INDIVIDUAZIONE DEL TITOLARE EFFETTIVO

L’art. 22 comma 2, del D.LGS 21 novembre 2007, n. 231 prevede:

che le imprese dotate di personalità giuridica e le persone giuridiche private ottengano e conservino, per un periodo non inferiore a 5 anni, informazioni adeguate, accurate e aggiornate sulla propria titolarità effettiva e le forniscano ai soggetti obbligati, in occasione degli adempimenti strumentali all’adeguata verifica della clientela;
che le suddette informazioni siano acquisite, a cura degli amministratori, richiedendole al titolare effettivo, anche sulla base di quanto risultante dalle scritture contabili e dai bilanci, dal libro dei soci, dalle comunicazioni relative all’assetto proprietario o al controllo dell’ente, cui l’impresa è tenuta secondo le disposizioni di legge nonché dalle comunicazioni ricevute dai soci e da ogni altro dato a loro disposizione.

Il 9 ottobre 2023 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto direttoriale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che prevede l’adempimento di prima iscrizione nella Sezione dei Titolari Effettivi del Registro Imprese da parte dei soggetti obbligati, da effettuarsi entro il prossimo 11 dicembre 2023.
Abbiamo redatto un modello di Verbale del Consiglio di Amministrazione con all’ordine del giorno:

Titolarità effettiva della società ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.lgs. 231/2007

per dare evidenza delle attività poste in essere dall’organo amministrativo.
Il verbale proposto è personalizzabile. Volutamente si è preferito utilizzare una formula che non espliciti in verbale le generalità dei titolari effettivi e il flusso logico che ne ha determinato l’individuazione, riconducendoli a documenti più riservati depositati agli atti della società.Il verbale è conforme alle norme del diritto societario, qualora la decisione sia presa con il metodo assembleare.
CLICCA QUI.