Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Il nuovo Statuto del contribuente e il suo ruolo

Vanno accolte con interesse e apprezzamento le modifiche e le integrazioni previste per lo Statuto del contribuente contenute nella bozza di decreto delegato per la riforma fiscale. Lo Statuto viene completato da norme di carattere generale che incidono molto più nettamente sull’azione impositiva, rendendo più evidente l’inadeguatezza sopravvenuta di molte delle norme preesistenti e condizionando – si spera – le norme emanande in futuro (soprattutto quelle, tradizionalmente caotiche e asistematiche, delle leggi di Bilancio). Rispetto al persistente dilemma interpretativo che è destinato a riproporsi, ossia come assicurare prevalenza a norme di principio pur sempre equiordinate, dovrebbe assumere rilievo decisivo la modifica che assegna alle norme statutarie la funzione di esprimere “criteri di interpretazione adeguatrice della legislazione tributaria”. Ma, a sua volta, potrà questa regola essere considerata prevalente rispetto alla legislazione ordinaria, non essendo prevista in disciplina di rango superiore? Agli interpreti il ruolo decisivo.