Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Flat tax incrementale: l’Agenzia delle Entrate risolve le criticità

Con la circolare n. 18/E/2023 l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti sulla flat tax incrementale prevista dalla legge di Bilancio 2023. Il sistema di tassazione sostitutiva, applicabile esclusivamente da imprenditori e lavoratori autonomi esercenti l’attività in forma individuale, non è incompatibile con il possesso di redditi in forma associata anche se l’eventuale incremento del reddito 2023 rispetto al maggiore di quelli prodotti nel periodo 2020-2022 deve essere misurato effettuando il confronto con i redditi prodotti individualmente. La tassazione sostitutiva, pari al 15%, sull’incremento di reddito, al netto della franchigia del 5% è applicabile a condizione che nel periodo di osservazione il contribuente abbia esercitato l’attività almeno per un anno intero. Nel caso in cui l’attività sia iniziata nel 2020 o 2021, i relativi redditi da confrontare richiederanno l’effettuazione di un’operazione di ragguaglio rispetto ai giorni di effettivo esercizio dell’attività.