Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Erronea duplicazione fatture: è possibile emettere note di variazione in diminuzione

L’errore di duplicazione delle fatture elettroniche emesse può ricondursi alle figure ”simili” alle cause di ”nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione”. Lo ha evidenziato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 447 del 13 ottobre 2023, con cui ha specificato che subordinatamente alla registrazione dei duplicati, il contribuente ha facoltà di emettere e registrare le note di variazione per lo storno degli stessi. Tali note di variazione possono, altresì, essere cumulative per ogni codice identificativo IVA di ciascun soggetto acquirente (controparte olandese e stabili organizzazioni) indicando gli estremi di ciascuna fattura duplicata di cui si vuole stornare l’importo complessivo e, nel campo ”causale”, la dizione ”storno totale delle fatture per errato invio tramite SdI”.