Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Diritto al contraddittorio anticipato o obbligo di contraddire anticipatamente? Un nodo da sciogliere nella riforma fiscale

Nella bozza di decreto legislativo sulla riforma dello Statuto del Contribuente, la generalizzata applicazione del diritto al contraddittorio è stata realizzata confinando la comunicazione dello schema di provvedimento accertativo oggetto di confronto preprocessuale alla fase dell’accertamento con adesione. Si tratta di una scelta che lascia perplessi, perché privilegia la funzione istruttoria dell’istituto a scapito di quella difensiva. Si finisce, quindi, per trasformare surrettiziamente il diritto al contraddittorio nell’obbligo di contraddire anticipatamente con l’Amministrazione finanziaria allo scopo di garantire il miglior esito della fase istruttoria in spregio del pieno esercizio del diritto alla difesa. Si può ancora porre rimedio?