Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Circolazione dei beni provenienti da donazione: riforma in arrivo?

La provenienza donativa di un immobile può rappresentare un ostacolo alla sua circolazione: l’avente causa del donatario può legittimamente temere di essere chiamato a restituire il bene, nel caso in cui venisse accertata la lesione della quota di legittima; inoltre le banche sono riluttanti a concedere mutui per l’acquisto di questi immobili, per il timore fondato di perdere la garanzia iscritta su di essi. Il disegno di legge AS 926-bis (risultante dallo stralcio di una norma originariamente inserita nel Ddl di Bilancio 2024) intende agevolare la circolazione giuridica di beni e diritti provenienti da donazione: ferma restando la possibilità di ricevere una compensazione in denaro dal donatario, purché capiente, i legittimari lesi non potranno più richiedere la restituzione del bene al terzo acquirente, mettendo così al sicuro gli acquisti di immobili provenienti da donazione.