Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Attività di agriturismo: conviene di più il regime forfetario o ordinario?

I soggetti che esercitano l’attività di agriturismo possono determinare il reddito imponibile e l’IVA dovuta applicando un regime forfetario, salva l’opzione per il regime ordinario. L’opzione comporta l’applicazione del regime ordinario sia ai fini delle imposte sui redditi sia ai fini dell’IVA ed implica la piena attrazione dell’attività agrituristica nella ordinaria disciplina del reddito d’impresa, ivi comprese le eventuali plusvalenze realizzate mediante cessione di beni strumentali (terreni, fabbricati, macchinari). Quale regime è più conveniente per l’attività di agriturismo? Per quali ragioni?