Studio Raccuglia

logo-commercialisti-promo

STUDIO FISCALE E TRIBUTARIO
ROMA E NAPOLI

Attività agricole connesse: regime IVA ordinario o speciale?

Il decreto IVA prevede un regime forfetario per le attività agricole connesse che non rientrino nell’ambito applicativo del regime speciale per i produttori agricoli. Questo regime comporta l’applicazione di una detrazione forfetaria pari al 50% dell’IVA sulle operazioni imponibili. Il contribuente può rinunciare al regime speciale optando per l’applicazione dell’IVA nel modo normale. L’applicazione del regime forfetario risulta conveniente se l’IVA afferente gli acquisti di beni e servizi impiegati per rendere le prestazioni rientranti nell’attività connessa è superiore al 50% dell’IVA relativa alle operazioni imponibili effettuate. Naturalmente, l’opzione per il regime normale, essendo vincolante per almeno un triennio, richiede una stima prospettica relativa alle attività che si andranno a svolgere nel triennio, agli acquisti di beni e servizi, soprattutto dei beni durevoli di costo più elevato, che si potranno sostenere in questo arco temporale.